lunedì 31 dicembre 2007

Come le foglie



Come foglie secche, i giorni di questo 2007 sono caduti via. Tutti, uno dopo l'altro.
Ed ecco ora noi, nudi, al freddo, ad aspettare che germogli la vita sulle nostra membra secche. Nuovi giorni, nuove fatiche, nuove sorprese. Gioie, forse.

Ora mi assale l'odore indiscreto del marcio.

Che sia un buon anno.

3 commenti:

Ruben ha detto...

Un 2008 pieno dell'immensità dell'Universo e di incontri nelle labbra di che ti porta a danzare nella vertigine della vita.

Anonimo ha detto...

Se il sacro momento della "vestizione" non fosse così turbolento ed emotivamente destabilizzante potrei pure pensare ad una dedica verbosa e più figa.
Ma non c'ho tempo, non c'ho la testa e basta un niente per cadere nella macchietta del "wannabe" a poet, ma non ce la fò. Dunque, dopo tutto ciò, non trovo meglio che dirti TANTI SINCERI AUGURI rollo, che il tuo momento sta per arrivare ;)

Daniele

Gianluca ha detto...

Tanti auguri per un buon 2008.......che sia felicissimo per tutti......